24 aprile 2013

{ Cupinfiore - Unghie sporche}


Mia nonna diceva sempre: "in cucina e in giardino bisogna volersi sporcar le mani". Quando ho iniziato a cucinare per amici e amori e ad appassionarmi ai fiori (io che credevo che sarei riuscita a far morire una scopa) ho capito il senso di quel "volersi". Impastare, saggiare consistenze con le dita, schizzarsi, scottarsi la lingua. E poi vedere le espressioni compiaciute e appagate.
Scavare zappare tagliare piantare graffiarsi. E poi quel fremito di gioia al primo smottamento della terra che lascia intravedere una puntina verde. È un misto di orgoglio e amore.
È lì che si capisce la potenza della Natura che, nonostante tutto, c'è. Puo essere stato il più gelido o piovoso o ventoso degli inverni ma a fine gennaio ti arriverà, inaspettata e sconvolgente, la folata di profumo del calicanto, che solo il nome (dal greco cheimón, inverno e ánthos, fiore) sa di riconciliazione e dolcezza. Sai che a febbraio vedrai i primi crochi, e a seguire le
macchie oro delle forsitie, i narcisi le foglioline rosse e nuove delle rose, le viole e le pratoline, le bocche rosate delle magnolie obovate, e ancora i narcisi i giacinti e poi i tulipani, le pansè. Tutto riprende vita. Le clematidi che credevi morte ti avevano ingannata, perchè i flessuosi getti già corrono ad agganciare le prime cose che trovano, con un'umana capacità di indirizzarsi anche a due metri verso la cosa più vicina cui arrampicarsi. La terra va toccata, odorata, plasmata. Bisogna avere le unghie nere e la schiena rotta. Bisogna provare a  passare ore con e nella terra. È taumaturgico come lo è(per me!) il mare.
Non pensi, sei lì in un mondo altro tu le piante la terra e la fatica. Se tutti lavorassimo di più la terra, saremmo meno depressi e stressati.
Forse, Dio, è la Natura.
Da questa mia passione, del tutto amatoriale e frutto solo di esperimenti, insuccessi, esperienza, nasce a Babs l'idea di regalarvi, regalarci, un fiore ogni tanto. Per conoscerlo e capirlo, per apprezzarlo e guardarlo.

E chissà, magari, piantarlo!



Spero che le parole di Valentina abbiano rapito una parte dei Vostri pensieri come hanno rapito i miei.


BUONA COLTIV"AZIONE" A TUTTI !





2 commenti:

cucinalà Laura ha detto...

Bello bello questo post! Io son qui che ogni giorno guardo i boccioli di un'orchidea che inaspettatamente pare voglia farmi un regalo!

Babs ha detto...

Lo farà sicuramente!Se ha trovato il suo ambiente adatto saprà regalarti enormi soddisfazioni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Pin It button on image hover