1 gennaio 2013

MY PERSONAL ELF ON THE SHELF


La magia del Natale risiede negli occhi e nella mente dei bambini.
In questo periodo le loro testoline hanno lavorato un sacco.
Pensato ai regali da chiedere, a scrivere lunghe letterine piene zeppe di errori ortografici, ad imparare filastrocche, a mettere via bicchieri di latte e biscotti per l'arrivo di Babbo durante la  loro notte più bella dell'anno.
Di recente ho scoperto una tradizione natalizia molto diffusa negli Stati Uniti, An Elf on the Shelf ovvero un elfo sulla mensola. Gli elfi, secondo la tradizione, sono gli aiutanti di Babbo Natale ed hanno il compito di riportare chi è stato bravo o meno. La favola che si racconta ai bambini è che il pupazzetto sulla mensola farebbe proprio questo, poi durante la notte volerebbe fino al Polo Nord per fare rapporto, ecco perche’ la mattina e’ sempre in una posizione diversa da come i bimbi l'hanno lasciato la notte prima.
Questo Elfo lo trovate in vendita su amazon.com ma non è certo ad un prezzo molto abbordabile.
Per questo motivo ho pensato di farne uno da dare ad un'amica che lo desiderava per le sue due bimbe.
Occorrente:
bambolina di plastica
feltro rosso e bianco
colla a caldo
imbottitura per pupazzi
come ispirazione potete veder QUI
Credo che il mio piccolo aiutante di Babbo  Natale sia venuto bene ma la cosa più importante è che ha compiuto egregiamente il suo compito.
Dopo ore di chiacchere con le bimbe alle quali è stato affidato se n'è andato al Polo Nord a riferire il tutto.
Eccovi Elfy




{Photos by Barbara Beggio. Don't copy or use without permission.}
 La vita di Elfy dopo l'adozione.


Ps
non esistono bimbi buoni o cattivi
esistono solo cattivi esempi.




2 commenti:

p!o ha detto...

Brillo ha fatto egregiamente il suo dovere. Grazie Babs.

Babs ha detto...

Grazie Pio

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Pin It button on image hover